triplex21.jpgtriplex22.jpg

Dai Greci ad oggi...

“Il vino della vite profuma come il nettare, il vino d’orzo puzza come un caprone. Il vino della vite viene da Bacco, figlio della dea Semele, il vino d’orzo viene dal pane” (Giuliano l’Apostata, 361-363 d.C.)

Il termine DIETA deriva dal Greco DIAITA (Ippocrate): "uno stile di vita protratto al benessere che non riguarda solo  l'alimentazione ma anche il rapporto dell'uomo con aria-acqua, la qualità del sonno, il carico di stress, l'attività fisica, le deiezioni, la vita sentimentale". Proprio da Ippocrate deriva la definizione delle SEX RES NON NATURALES!

La Dieta Mediterranea ha radici molto più antiche di quanto noi possiamo immaginarci. Questo,però, è spiegabile in quanto gli alimenti cardine sono estremamente poveri ma genuini. 

Facciamo un breve excursus delle sue origini:

Mondo Greco - Romano: la tradizione culinaria si basava su PANE; OLIO; VINO. Erano popoli che vivevano principalmente grazie alla pastorizia, alla pesca e all'agricoltura. I ceti più abbienti mangiavano pesce pregiato (frutti di mare, ostriche) gli schiavi invece pane, olive e raramente carne. La carne che consumavano non era di origine bovina in quant questi animali erano utilizzati soprattutto per il lavoro dei campi.

Mondo barbarico: i barbari invasero l’Italia nell’alto medioevo. Queste popolazioni, essenzialmente nomadi, avevano uno stile di vita principalmente di tipo silvo-pastorale sfruttavano gli spazi boschivi e la pastorizia, per cui vivevano di caccia, pesca e frutti del bosco. Allevavano maiali, del cui grasso facevano largo uso in cucina, e coltivavano verdure in orticelli vicini agli accampamenti. Non utilizzavano cereali se non per la produzione di birra.

I paesi mediterranei si rivelarono però poco favorevoli ad adottare una dieta così diversa dalla loro e rimasero fedeli alla triade pane, vino, olio. Questi tre alimenti avevano anche significati simbolici collegati alla liturgia Cristiana (la Bibbia cita circa 140 volte l’olio e circa 100 volte l’olivo) e furono esportati nell'Europa Continentale dagli ordini monastici.

Cos'è successo andando avanti nella storia?

Nel corso dei secoli la dieta mediterranea ha visto l'introduzione di altri alimenti:

Il contatto con il mondo Islamico (divieto di consumare alcool e carne di maiale) ha fatto introdurre albicocche, carciofi, finocchi, spinaci, zucchine, spezie, melone, canna da zucchero, riso..

La scoperta dell'America ha portato altri alimenti: pomodori, patate, peperoni, fagioli, mais, cioccolata, caffè e tè.

Nel 1700 c'è stato un lungo periodo di carestie, l'iponutrizione dilagava tra la popolazione e c'era una drastica separazione ricchi-poveri. I benestanti erano ipernutriti ed il modello da imitare era rappresentato da uomini e donno obesi.

Dal secondo dopoguerra le abitudini sono cambiate. Il boom economico ha portato ad una diffusione del modello Americano, la disponibilità di cibo è aumentata anche per l'incremento della globalizzazione. Il problema di questa nuova alimentazione è che porta ad un preoccupante incremento di obesità con conseguente sviluppo di patologie.  Volete un pò di dati??

 

 b_258_195_16777215_00_images_obesit_globale.png

 

b_258_195_16777215_00_images_fig-1.gif

 

L'obesità grava molto anche sulle spese della sanità pubblica:

b_258_195_16777215_00_images_costi-obesita-graf.jpg

 

 

Joomla templates by a4joomla